Newsletter Giugno 2013

NEWSLETTER GIUGNO 2013

  • The Green Factory entra a far parte del Distretto Sicurezza Alta Lombardia
  • SISTRI: per i produttori di rifiuti pericolosi si ricomincia dal 1 ottobre 2013
  • AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE: in vigore dal 13 giugno!

Se hai bisogno di ulteriori informazioni sulle tematiche affrontate dalla newsletter: scrivi a contatto@green-factory.it.

DISTRETTO SICUREZZA Alta Lombardia: una bella partnership

Una bella novità per The Green Factory la collaborazione con il Distretto Sicurezza, un polo di aggregazione tra aziende del settore salute e sicurezza sul lavoro: tanti nuovi servizi a disposizione del Cliente per poter offrire un supporto a 360° sulle tematiche Ambiente&Sicurezza.

Ecco tutti i nuovi servizi offerti in collaborazione col Distretto Sicurezza! [LEGGI]

SISTRI, si ricomincia il 1 ottobre 2013

Il Sistri, sistema di tracciabilita’ dei rifiuti speciali e pericolosi, sara’ attivato dal 1 ottobre 2013 per i produttori di rifiuti pericolosi con più di dieci dipendenti e per gli enti e le imprese che gestiscono rifiuti pericolosi, mentre per tutte le altre imprese l’avvio del sistema è fissato per il 3 marzo 2014.

Il pagamento dei contributi di iscrizione al sistema restera’ sospeso per tutto il 2013.

Dal 30 aprile, le aziende devono provvedere a verificare i dati inseriti nel portale del SISTRI e ad aggiornare eventuali informazioni. Entro il 30 settembre, dovranno essere concluse le procedure di verifica per l’aggiornamento dei dati delle imprese per le quali il sistema partira’ ad ottobre. Dal 30 settembre al 28 febbraio 2014 sara’ effettuata analoga verifica per tutte le altre imprese. Le imprese che trattano rifiuti non pericolosi potranno comunque utilizzare il Sistri, su base volontaria, dal 1 ottobre prossimo.

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE in vigore dal 13 giugno!

L’autorizzazione unica ambientale avrà durata di 15 annidovrà essere richiesta allo scadere di uno dei titoli abilitativi sostituiti qui sotto elencati:

– l’autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006;

– l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all’articolo 269 del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006;

– l’autorizzazione generale di cui all’articolo 272 sempre del decreto legislativo n. 152, 3 aprile 2006, inerente la sussistenza di impianti con emissioni modestamente rilevanti agli effetti dell’inquinamento atmosferico;

– la comunicazione o il nulla osta di cui all’articolo 8, commi 4 o 6, della legge n. 447 del 26 ottobre 1995, in tema di impatto acustico;

– l’autorizzazione all’utilizzo dei fanghi provenienti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all’articolo 9 del decreto legislativo n. 99 del 27 gennaio 1992;

– le comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del, più volte citato, decreto legislativo n. 152, 3 aprile 2006, sulle procedure di auto-smaltimento e recupero agevolato di rifiuti considerati pericolosi e non pericolosi.